Menu: Seleziona la pagina

Area News:

di seguito le notizie provenienti dai feed Fisco, Bilancio e Contabilità, Finanziamenti e Impresa di IPSOA Quotidiano in tempo reale.
Clicca sul titolo della notizia per leggerla integralmente sul sito dell'editore.


Il Quotidiano IPSOA - Area Bilancio e Contabilità

  1. Strumenti finanziari: come classificarli in bilancio
    Ai fini della classificazione in bilancio, titoli di debito e partecipazioni presentano dei tratti in comune, pur essendo strumenti finanziari diversi. La disciplina contabile dei titoli di debito, che attribuiscono al possessore il diritto a ricevere un flusso determinato o determinabile di denaro, è regolata dall’OIC 20, mentre le partecipazioni, investimenti nel capitale di società, sono regolate dall’OIC 21. La caratteristica in comune tra i due strumenti finanziari sta nel criterio da utilizzare al fine della loro classificazione. Il redattore del bilancio deve, infatti, valutarne la destinazione: tra le immobilizzazioni o nell’attivo circolante. Leggi tutto
  2. Crisi d’impresa: attenzione alla pianificazione della revisione
    In materia di revisione legale, le novità del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza non portano sostanziali cambiamenti all’attività di controllo. Peculiare attenzione dovrà, però, essere posta alla pianificazione della revisione, per tenere conto di un possibile diverso assetto organizzativo della società, con conseguente rivalutazione dei rischi di errori significativi. Andrà, poi, considerato il rischio di frode che potrebbe generarsi in presenza di pressione sugli amministratori, intenti a migliorare la stabilità finanziaria o la redditività della società, di uno scarso approccio ai nuovi sistemi di alert e della convinzione che non si stia commettendo la frode, perchè si agisce nell’interesse della società sottraendola ad immediate procedure giudiziali o extragiudiziali di componimento della crisi. Leggi tutto
  3. Patrimonio netto, ciascuna movimentazione ha un effetto
  4. Progetto di Bilancio 2018: doppio termine per l’approvazione
    Entro fine marzo le società dotate di un consiglio di amministrazione devono deliberare l’approvazione del progetto di bilancio o, in alternativa, il differimento dei termini - 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale - che, quest’anno, può trovare giustificazione nel recepimento delle novità legislative introdotte nel 2018. Il termine scade il 15 aprile per le società prive dell’organo di controllo. In quest’ultimo caso, infatti, la consegna del progetto di bilancio al collegio sindacale o all’organo di revisione deve essere effettuata almeno 30 giorni prima dell’assemblea ordinaria. Leggi tutto
  5. Le agevolazioni fiscali non vanno in nota integrativa
  6. Dal bilancio d’esercizio al bilancio integrato: si aprono nuovi scenari per i commercialisti
    Il commercialista può e deve diventare l’esperto aziendalista per eccellenza, un manager esterno che supporta la direzione aziendale nelle scelte operative e strategiche, anche nella redazione del bilancio integrato. Obbligatorio per le medie e grandi imprese e per quelle con interesse pubblico, inizia a essere predisposto su base volontaria anche da altre imprese e organizzazioni no profit, a dimostrazione del successo che questa forma evoluta di comunicazione aziendale sta riscuotendo presso un numero sempre maggiore di portatori di interesse, tra cui investitori, istituti di credito e mercati finanziari. E quindi? Si apre uno scenario nuovo e promettente per i commercialisti che sapranno cogliere questa opportunità, valorizzando le proprie competenze o creandosele ex novo. Non bisogna perdere tempo. Parola d’ordine: adattarsi al cambiamento! Leggi tutto
  7. IAS 12 e 13, IFRS 3 e11: le modifiche a seguito del ciclo annuale dei miglioramenti
    Con il Regolamento (UE) 2019/412 del 14 marzo 2019 la commissione, nel contesto dell'ordinaria attività di razionalizzazione e di chiarimento dei principi contabili internazionali, ha modificato i principi contabili internazionali (IAS) 12 e 23 e gli International Financial Reporting Standard (IFRS) 3 e 11. Il regolamento entrerà in vigore il 4 aprile 2019 e sarà applicato dalle imprese al più tardi a partire dalla data di inizio del loro primo esercizio finanziario che cominci il 1° gennaio 2019 o successivamente. È consentita l'applicazione anticipata, in tal caso tale fatto dovrà essere indicato. Leggi tutto
  8. Enti non commerciali: l’importanza di corrette scritture contabili
    Con la nota operativa n. 5 del 2019, l’Accademia Romana di Ragioneria approfondisce la disciplina civilistica e fiscale nonché gli obblighi contabili delle associazioni riconosciute e non riconosciute. La nota operativa analizza gli aspetti tributari e le scritture contabili che, pure se non obbligatorie, sono indispensabili per permettere agli organi di gestione e controllo di verificare la corretta gestione dell’ente non commerciale, di fornire informazioni a terzi che hanno rapporti con l’ente e di assolvere al dovere etico della trasparenza. Infine, l’Accademia analizza il bilancio o rendiconto che assume un ruolo fondamentale per coloro che ne supportano l’attività in quanto permette di controllare se le risorse siano destinate al perseguimento dello scopo istituzionale. Leggi tutto
  9. IAS 19, effetti della modifica: la riduzione o l'estinzione del piano a benefici definiti
    Con il Regolamento (UE) 2019/402 del 13 marzo 2019 la commissione nel contesto dell'ordinaria attività di razionalizzazione e di chiarimento dei principi contabili internazionali modifica lo IAS 19. L'obiettivo delle modifiche è chiarire che, dopo la modifica, la riduzione o l'estinzione del piano a benefici definiti, l'entità dovrebbe applicare le ipotesi aggiornate dalla rideterminazione della sua passività (attività) netta per benefici definiti per il resto del periodo di riferimento. Il regolamento entrerà in vigore il 3 aprile 2019 e sarà applicato dalle imprese al più tardi a partire dalla data di inizio del loro primo esercizio finanziario che cominci il 1° gennaio 2019 o successivamente. È consentita l'applicazione anticipata, in tal caso tale fatto dovrà essere indicato. Leggi tutto
  10. Libri sociali: pagamento della tassa annuale al rush finale
    Scade il 18 marzo 2019 la tassa annuale forfetaria di concessione governativa per la numerazione dei libri e dei registri sociali obbligatori. La tassa deve essere versata dalle società di capitali in un importo fisso che non tiene conto del numero di libri o registri tenuti e dal numero delle relative pagine. La somma da versare ammonta a: 309,87 euro, se il capitale sociale o fondo di dotazione è inferiore o uguale a 516.456,90 euro e a 516,46 euro, se il capitale sociale o fondo di dotazione supera 516.456,90 euro. Il versamento va eseguito, anche in compensazione, con modello F24 telematico, utilizzando il codice tributo 7085. Leggi tutto

Buy now

You can now buy this awesome Joomla Theme directly on Themeforest for a really low price for this awesome and stunning Joomla product!

Nulla vitae elit libero, a pharetra augue. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam porta sem malesuada magna mollis euismod. Morbi leo risus, porta ac consectetur ac, vestibulum at eros. Nulla vitae elit libero, a pharetra augue.

BUY NOW ON THEMEFOREST

×

Login

Please login using your credentials recived by email when you register.

  or   Registrati

Password dimenticata? |  Nome utente dimenticato?

×

Register now


I'm a small Introtext for the Register Module, I can be set in the Backend of the Joomla WS-Register Module.



  or   Login
×

Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare nel sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.