Menu: Seleziona la pagina

Area News:

di seguito le notizie provenienti dai feed Fisco, Bilancio e Contabilità, Finanziamenti e Impresa di IPSOA Quotidiano in tempo reale.
Clicca sul titolo della notizia per leggerla integralmente sul sito dell'editore.


Il Quotidiano IPSOA - Area Impresa

  1. Crisi d’impresa: misure di prevenzione e responsabilità
    La Fondazione Accademia di Ragioneria ha pubblicato la Nota Operativa n. 3/2023 avente ad oggetto: “Ruolo, funzioni e responsabilità dell’organo di amministrazione e controllo nella prevenzione della crisi d’impresa e dell’insolvenza”. L’imprenditore ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa che gestisce anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi d’impresa e della perdita della continuità aziendale attivandosi, senza indugio, all’adozione e all’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale. Leggi tutto
  2. Basilea III: banche con meno vincoli nella concessione dei prestiti
    Basile III recepisce le richieste di ABI e del governo italiano per l’introduzione di misure meno stringenti in materia di requisiti di capitale delle banche. Questo permetterà agli istituti di credito di avere più margini di manovra nel concedere finanziamenti alle Pmi e ai privati. Quali sono le novità? Viene dato mandato a riformulare la regola che limita la possibilità di eseguire le rinegoziazioni sui prestiti; il limite alla variabilità dei livelli patrimoniali delle banche si applicherà sia a livello di gruppo bancario che a livello di ogni singola banca; viene prevista una maggiore proporzionalità per le banche di piccole dimensioni, soprattutto in termini di informativa; infine, i prestiti immobiliari saranno valutati sulla base della gravità dei rischi. Leggi tutto
  3. Pianificazione aziendale: meglio presentare “il” o “i” piani?
    La pianificazione aziendale è diventata obbligatoria per legge. I piani aziendali rappresentano un momento di coinvolgimento complessivo dell’organizzazione, che poi è uno dei presupposti fondamentali per la sua utilità e servono a coagulare i consensi dei soggetti il cui appoggio è necessario per l’ottenimento di quei risultati: finanziatori, ma anche clienti, fornitori e dipendenti. Ma è più opportuno presentare piani diversi per scenari diversi, oppure un piano centrato sullo scenario più probabile? Dal punto di vista amministrativo ci deve essere indubbiamente un piano ufficiale, approvato dall’alta direzione, fondamento delle valutazioni e delle azioni future. Sotto il profilo gestionale, le aziende devono necessariamente sviluppare piani alternativi, per scenari diversi, perchè gli shock macroeconomici sono sempre più frequenti. Leggi tutto
  4. Disegni e modelli industriali: più semplice la registrazione internazionale con un'unica domanda
    Il Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2023, su proposta del Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, ha approvato il disegno di legge di ratifica ed esecuzione dell’Atto di Ginevra dell’Accordo dell’Aja fatto a Ginevra il 2 luglio 1999. L’accordo dell’Aja riguarda la registrazione internazionale e permette al titolare di un disegno o di un modello industriale di ottenerne la protezione in tutti Paesi scelti tra quelli aderenti, mediante un’unica domanda presso un solo ufficio, redatta in una sola lingua, pagando una sola serie di tasse in una sola moneta. Per renderlo possibile il disegno di legge di ratifica modifica il codice di proprietà industriale. Leggi tutto
  5. Settore comunicazioni: stabiliti i contributi per l’anno 2023
    Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale tre delibere del 24 novembre 2022 dell’Autorità per le Garanzia nelle telecomunicazioni che stabiliscono rispettivamente misura e modalità di versamento del contributo dovuto all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per l'anno 2023 dai soggetti che operano che operano nel settore del diritto d'autore e diritti connessi nel mercato unico digitale, dei servizi di intermediazione on-line e dei motori di ricerca on-line e dai fornitori di servizi di piattaforma per la condivisione di video. Il versamento dei contributi deve essere eseguiti entro il 1° marzo 2023, sul conto corrente bancario intestato all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Sempre entro il 1° marzo 2023 i soggetti sono inoltre tenuti a dichiarare all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni i dati anagrafici ed economici strumentali alla determinazione del contributo. Leggi tutto
  6. BCE: continua il rialzo dei tassi d’interesse
    Il 2 febbraio la BCE ha annunciato un nuovo rialzo dei tassi di interesse. La nuova decisione si somma ai cinque rialzi consecutivi già decisi nel corso del 2022. Nello specifico, i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale saranno innalzati rispettivamente al 3%, al 3,25% e al 2,50%, con effetto dall’8 febbraio 2023. E’ il livello più elevato dall’ottobre 2008. Quali sono i possibili effetti del rialzo dei tassi? Leggi tutto
  7. Settore tessile: allo studio l’istituzione della responsabilità estesa del produttore
    Il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, di concerto con il Ministro delle Imprese e del “Made in Italy”, ha predisposto uno schema di decreto che, in coerenza con la “Strategia nazionale per l’Economia circolare”, introduce alcune importanti novità per la filiera dei prodotti tessili di abbigliamento, calzature, accessori, pelletteria e tessili per la casa. Tra gli obiettivi centrali del decreto c’è la sostenibilità del prodotto, nonché “una progettazione degli stessi e dei loro componenti volta a ridurre gli impatti ambientali e la generazione dei rifiuti”. Sul testo è stata avviata una consultazione degli stakeholder principali, che terminerà il 3 marzo. Leggi tutto
  8. Concentrazioni sotto-soglia: analisi della comunicazione dell’Autorità garante della concorrenza
    Assonime ha pubblicato la circolare n. 3 del 2 febbraio 2023 dal titolo “La Comunicazione dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato sulle concentrazioni sotto-soglia” con cui illustra la Comunicazione del dicembre 2022 dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato che ha definito le regole procedurali e fornito alcuni chiarimenti sui presupposti per l’esercizio del potere di controllo delle concentrazioni sotto-soglia, previsto dall’articolo 16, comma 1-bis, della legge n. 287/1990. Leggi tutto
  9. Settore comunicazioni: stabiliti i contributi per l’anno 2023
    Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale tre delibere del 24 novembre 2022 dell’Autorità per le Garanzia nelle telecomunicazioni che stabiliscono rispettivamente misura e modalità di versamento del contributo dovuto all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni per l'anno 2023 dai soggetti che operano nel settore dei servizi postali, nel settore delle comunicazioni elettroniche e nel settore dei servizi media. Il versamento dei contributi deve essere eseguiti entro il 1° marzo 2023, sul conto corrente bancario intestato all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Sempre entro il 1° marzo 2023 i soggetti sono inoltre tenuti a dichiarare all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni i dati anagrafici ed economici strumentali alla determinazione del contributo. Leggi tutto
  10. Antiriciclaggio: come identificare il titolare effettivo in caso di partecipazione indiretta
    Secondo la norma sui criteri per la determinazione della titolarità effettiva di clienti diversi dalle persone fisiche, sembra che la soglia superiore al 25% per la verifica del titolare effettivo in caso di partecipazione indiretta debba essere considerata in relazione al capitale del cliente e pertanto, la risalita nella catena partecipativa, potrebbe essere interpretata sulla base di un rapporto di controllo di cui all’art. 2359 c.c. Tuttavia, si registra un orientamento incline a considerare tale soglia in relazione al capitale sociale del cliente e di qualsiasi entità lungo la catena partecipativa. Inoltre, questa linea interpretativa è il criterio scelto anche a livello europeo. Secondo Assonime sembra quindi prudente aderire all’interpretazione per cui il 25% rileva a ogni livello della catena partecipativa. Leggi tutto

Buy now

You can now buy this awesome Joomla Theme directly on Themeforest for a really low price for this awesome and stunning Joomla product!

Nulla vitae elit libero, a pharetra augue. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam porta sem malesuada magna mollis euismod. Morbi leo risus, porta ac consectetur ac, vestibulum at eros. Nulla vitae elit libero, a pharetra augue.

BUY NOW ON THEMEFOREST

×

Login

Please login using your credentials recived by email when you register.

  or   Registrati

Password dimenticata? |  Nome utente dimenticato?

×

Register now


I'm a small Introtext for the Register Module, I can be set in the Backend of the Joomla WS-Register Module.



  or   Login
×

Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare nel sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.